La Casa di me' patri - Una poesia di Gaspare Pipitone

Poesia scritta da Gaspare Pipitone, residente negli Stati Uniti, dopo esser tornato a Camporeale e aver visto che la casa paterna, da tempo chiusa, era stata abbattuta dalle autorita' comunali perche' ritenuta pericolante. "Nessuno mi aveva avvisato - racconta Gaspare Pipitone - e pertanto la vista di una lastra di cemento che copriva tutto mi ha semplicemente impietrito. Vi auguro che non succeda a nessuno di voi!".

La casa di me' patri (di Gaspare Pipitone)

Arrivai a lu paisi

ch' era ancora matina prestu.

Subitu capii

chi c’era ciavuru di festa.

Li picciriddi currianu

pi li strati d' acquazzina vagnati

e tanti avianu puru

u nnastru ntesta.

 

Un tammurinu 'ncapu un carrettu

beddu mmardatu

sdivigghiava puru li morti

e li vivi 'nsunnacchiati.

Festa a lu me' paisi!!

Chistu propriu mi piaci.

Eru picciriddu

di l’ultima passata a lu paisi.

 

La machina si firmau

'nta la chiazza comu si usa.

L’amici mi vinniru

ad abbrazzari puru.

Tanti dumanni,

e tanti risposti detti,

e poi di cursa

a la me' casa d' anni chiusa.

 

Passai davanti

chidda di la me' maestra,

scanzai 'nna lambretta

menza scassata

girai cuntentu

via Venza a destra.

Signuruzzu dunni sugnu?

chista è la me' strata?

 

E dunn' è la me' casa?

Chi successi, Signuri?

Mancu sugnu mmriacu,

è stata sempri cca`.

'Nterra m' assittai

cunfusu pi ddu uri.

Nna culata di cimentu biancu

supra la casa di me' patri.

 

Mpalatu arristai,

lu munnu 'ncoddu mi cariu.

Mancu capia

soccu aviaa fari iu.

A me patri e a me' matri

chi ci ricu

ora chi a lu cimiteru

a truvarili vaiu?

 

Pusai lu mazzu di ciuri,

la manu passai supra lu marmu.

Mi fici 'nna lunga chianciuta,

addumannai scusa a me' patri

pi la casa,

e mi 'nnii.

blog comments powered by Disqus

Articoli correlati

Fabio Volo a Camporeale per un omaggio a Pasolini

Fabio Volo, attore, scrittore, conduttore radiofonico, conduttore televisivo, doppiatore e sceneggiatore italiano, mercoledi' 12 settembre e' stato a Camporeale per ripercorrere le tappe di "Comizi d'amore", omaggiando cosi' Pier Paolo Pasolini, illustre regista bolognese che realizzo' nel 1963 il documentario girando in lungo e in largo l’Italia per chiedere alle persone comuni o note ai più come Moravia e Fallaci che cosa ne pensavano del sesso, quale significato gli davano, come lo vivevano.

leggi di più

10

set

Calogero Accardo, un camporealese a "Ti lascio una canzone"

Calogero Accardo, di cui avevamo gia' scritto qui su CamporealeLive.com, partecipera' al programma televisivo condotto da Antonella Clerici "Ti lascio una canzone".

leggi di più

15

feb

Lutto nel mondo dell'arte: è morto il pittore Anselmo

CAMPOREALE. Era conosciuto come il “maestro della pietrificazione”: dipingeva sirene e ninfe che diventavano rocce, stalattiti e stalagmiti. Aveva 72 anni il pittore Antonino Anselmo (nella foto leas) scomparso sabato scorso.

leggi di più

 

Social

 

 

Mailing list

 

 

 Cerca sul sito

 

 

Translate

 

 

Utility